InderTaT consiglia: Ritratti persiani di Gertrude Bell

RITRATTI PERSIANI_Layout 1Gertrude Bell

Ritratti persiani – Elliot edizioni

Archeologa e agente segreto britannico, Gertrude Bell fu anche una scrittrice raffinata e una delle più autorevoli orientaliste dell’Ottocento. Nel 1892, a ventiquattro anni, lasciò Oxford per intraprendere un viaggio in Persia.
Ritratti persiani nacque come un personale diario di viaggio, una raccolta di immagini, momenti, realtà fisiche e metafisiche che svelano un mondo ancora oggi lontano dai riflettori europei. I persiani appaiono nella loro dimensione quotidiana, nel rapporto con se stessi, nella lotta costante tra l’eredità di un “complesso eroico”, la gloria del passato e il declino del presente. Prendono corpo i volti di Teheran, la vita delle donne, i giardini medievali nascosti, le misteriose verità del misticismo orientale. Ma Gertrude Bell spinge il suo sguardo anche fuori dalle città, negli immensi territori del Khorasan, nei deserti, per arrivare al fulcro originario di un’intera civiltà, il suo fondamento religioso, l’Islam. La sua caccia all’incognito e allo sconosciuto diventa così un viaggio a doppio senso, una via per scoprire le differenze e, soprattutto, le insospettate affinità tra Islam e Cristianesimo, tra Oriente e Occidente.Logo-Elliot_240x240

Gertrude Margaret Lowthian Bell (Washington Hall, 14 luglio 1868 – Baghdad, 12 luglio 1926) è stata un’archeologa, politica, scrittrice e agente segreta britannica. Svolse un’attività segreta di sostegno alla rivolta araba durante la prima guerra mondiale – per la quale si è soliti riconoscere come fondamentale il ruolo di Lawrence d’Arabia. Al termine del conflitto mondiale ebbe un ruolo fondamentale nella creazione del moderno Stato dell’Iraq, contribuendo a tracciarne i confini nei quali raggruppò i tre vilayet ottomani preesistenti della regione mesopotamica.  Produsse una prodigiosa massa di pubblicazioni, saggi e articoli di corrispondenze, di rapporti d’intelligence, di lavori di buon contenuto scientifico, di Libri Bianchi d’inchiesta.

Tags: archeologia, autobiografia, letteratura di viaggio, libro, novità, orientalismo, persia, politica internazionale, storia del novecento, viaggio
Pubblicato in Libri (5/3/2016)

Lascia un commento