venerdì 11: BDS Trieste presenta “GAZA e l’industria israeliana della violenza”

“L ’esperienza acquisita nell’oppressione dei palestinesi fa di Israele il capofila di un’industria globale della violenza di cui si avvalgono eserciti e polizie in tutto il mondo per reprimere popoli in lotta, gruppi indigeni espropriati, migranti, attivisti dei diritti umani, sociali e ambientali”.

gazaVenerdì 11 dicembre alle 20.30

presso la Libreria “In der Tat” via Diaz 22

il Comitato Bds – Trieste

presenta

Gaza e l’industria israeliana della violenza

di Enrico Bartolomei, Diana Carminiati, Alfredo Tradardi

edizioni DeriveApprodi

ne parleremo con Enrico Bartolomei

La Striscia di Gaza, da quasi un secolo, è un luogo di resistenza e di sofferenza. Non è l’unico in questo mondo sconvolto da conflitti, ma è il paradigma della “produzione” della violenza contemporanea. La violenza contro i palestinesi è un continuum che oscilla tra un minimo quotidiano, a bassa intensità, con i suoi morti, i suoi feriti e le sue distruzioni, e le punte delle operazioni militari, veri e propri massacri, come Piombo Fuso o Margine Protettivo, con il risvolto voyeuristico di fronte allo spettacolo del dolore di un Occidente spesso complice. Una industria della violenza che viene esportata in molti paesi del mondo, qui intrecciata a un paradigma coloniale di insediamento, sul quale il sionismo basa l’identità dello Stato israeliano, e a un modello concentrazionario nel quale ha un ruolo determinante il complesso militare industriale.

 

Tags: bds trieste, derive approdi, enrico bartolomei, gaza, israele, palestina, reportage, sionismo
Pubblicato in Libri (3/12/2015)

Lascia un commento